Krisma Music Home Page


Krisma - Chinese Restaurant, Hibernation, Cathode Mamma reissues (Polydor) - Cassero Magazine n. 4, 2008

Narra la leggenda che nel 1982 Paolo Giaccio, produttore della trasmissione Mister Fantasy, si recÚ dal suo superiore chiedendo l’autorizzazione per produrre a spese Rai una serie di video per i Krisma da girarsi a Bari...

Krisma - Cathode Mamma coverRicevuto l’assenso, l’intera troupe (comprendente anche Edo Bertoglio, il regista di Downtown 81) partì per Bali (contando evidentemente di giustificarsi col capostruttura dicendo che aveva capito male!), dove dopo varie disavventure, riuscirono a realizzare i video di Clandestine Anticipation.

All’epoca i video in location esotiche erano solo appannaggio delle megastar (ad esempio, nello stesso anno, i Duran Duran girarono Save a Prayer nello Sri Lanka), ma non solo in questo il duo italo/svizzero si dimostrò all’avanguardia (e non solo rispetto ai propri connazionali): basti pensare, per quanto riguarda il lato multimediale, al canale satellitare “in casa” fondato nel ‘98 (inizialmente piratando una frequenza del governo vietnamita!);
o riascoltare questi dischi (due escono in cd per la prima volta) e far due conti con le date: quando venne registrato Chinese Restaurant, a metà 77, di new wave era uscito pochissimo: i Residents, il Bowie di Heroes naturalmente, qualche introvabile singolo dei Pere Ubu, e uno dei Devo, il primo Ultravox... per cui la miscela di affilato punk elettronico dai riferimenti come Velvet, Stooges, e Neu si rivelò un vero shock, e addirittura profetica col senno di poi (i Neu ridiventeranno hip solo dai primi anni 90, quando gli Stereolab cominceranno a copiarne i ritmi a man bassa!).

Stile che si conferma con Hibernation (‘79), specie per la strepitosa seconda facciata (curiosità: al violino c’è Lucio Fabbri, l’arrangiatore di X Factor 2008), mentre Cathode Mamma (1980), è il disco della svolta electro-pop (ai synth aiuta Hans Zimmer, poi compositore da Il Gladiatore a Pirati dei Caraibi).
È chiaramente un disco di transizione, le cui idee si riconosceranno sviluppate all’estremo nel capolavoro Clandestine Anticipation; ma con Many Kisses infilano uno dei grandi brani electro-pop di tutti i tempi, per intenderci del livello di un I Just Can’t Get Enough/Tainted Love/Der Mussolini (Depeche Mode/Soft Cell/D.A.F.), solo arrivando un anno prima di tutti loro.

Attendiamo ora la ristampa degli altri lp!

WALTER ROVERE





 

News - Biography - Discography - Records - MP3 - T-Shirts - Press - Video - Photo - Podcast - Maurizio - I New Dada -
Contacts - Live - Sitemap

© Mind Lounge

Designed by MarXel