Krisma Music Home Page


Krisma at Dispenser, Radio2 Transmission Transcript (October 24, 2001)

Immaginate di avere un prozio che vedete solo a Natale… Un anno, però, questo prozio si sbronza e vomita nel ficus che avete in salotto...

 Un’informazione così assurda, un’immagine così clamorosa surclassa qualsiasi altro dato relativo al prozio: ogni volta che pensate a lui lo vedete che vomita nel ficus.
Io ogni volta che penso ai Krisma me li vedo in un clamoroso playback, in cui Maurizio fingeva di suonare, convinto, un Commodore 64 dal quale, tra l’altro, non usciva nessun cavo: sublime!

Sono tornati i Krisma. L’unico duo tecno-pop che l’Italia abbia mai avuto, dopo oltre undici anni di silenzio discografico riappare sul mercato con ben due dischi: un album raccolta e un nuovo, sorprendente singolo.
La storia dei Krisma ha avvio addirittura negli anni 60, quando il cantante, Maurizio Arcieri, capitanava il gruppo beat dei New Dada, band che ebbe – tra l’altro – l’onore di aprire i concerti del tour italiano dei Beatles.
Lasciato il gruppo Maurizio intraprende una fortunata carriera solistica, ottenendo grandi successi con canzoni come “Cinque minuti e poi…”, ma presto si stanca delle melodie tradizionali e decide di percorrere nuove strade.
Insieme alla giovane moglie Christina Moser fonda il duo dei Chrisma.

Ha avvio così una delle più interessanti e sperimentali avventure del pop nostrano.
Attenti alle nuove sonorità e ai diversi fermenti culturali i due si trasferiscono a Londra, dove raccolgono con entusiasmo la filosofia e l’estetica punk e l’uso della tecnologia elettronica per produrre musica.
Con l’aiuto di collaboratori prestigiosi, tra i quali il futuro premio Oscar Hans Zimmer, i Krisma producono album originali e avanguardistici, come “Chinese Restaurant” e “Hibernation”, evidentemente pensati più per un pubblico internazionale che per il sonnacchioso mercato italiano.

Il singolo “Many Kisses”, del 1980, riesce tuttavia a conquistare la classifica, regalando ai Krisma il primo e unico momento di grande successo commerciale.
Dopo una serie di album dai risultati alterni il duo ha abbandonato la carriera musicale per dedicarsi alla sperimentazione televisiva collaborando al programma Fuori Orario, con Superzap e, soprattutto, aprendo un proprio canale satellitare, Krisma Tv, che trasmette un flusso di immagini ininterrotto con commento musicale originale.

Il ritorno sulle scene discografiche avviene oggi con la pubblicazione del cd “Best of”, edito dalla DV More Records, che permette di ripercorrere le tappe più significative del loro originalissimo percorso musicale, da “Lola” a “Cathode Mamma”.
Mentre la Alice Records, novella etichetta discografica fondata dal noto dj JT Vannelli, pubblica in contemporanea un nuovissimo singolo intitolato “Kara”.
Interpretato sia in versione italiana che in inglese “Kara” sembra proseguire sulla strada della bizzarria e della sperimentazione, grazie all’utilizzo del software musicale ReBirth, e di un testo che regala frasi del livello di “sinuosa quando trotto”.
Forse non scalerà le classifiche, ma del resto ai Krisma questo non è mai importato: a noi piacciono anche per questo.

Matteo B Bianchi

Listen to this radio transmission in Podcast section





 

News - Biography - Discography - Records - MP3 - T-Shirts - Press - Video - Photo - Podcast - Maurizio - I New Dada -
Contacts - Live - Sitemap

© Mind Lounge

Designed by MarXel